Corso biennale

Perché il Counselling?

Il Counsellor è uno specialista della comunicazione, un facilitatore con capacità di gestire situazioni conflittuali e di crisi. Il counselling socio educativo è un modello di intervento particolarmente idoneo a rafforzare l’efficacia di interventi socio-educativi diretti a promuovere il benessere di bambini e adolescenti e dei relativi contesti di appartenenza (scuola, famiglia, terzo settore).
L’approccio sistemico-relazionale focalizza l’apprendimento sullo studio di sé e sulla relazione con l’altro e con il gruppo. Nel counselling socio-educativo si pone particolare attenzione al gruppo dei pari, quale dimensione aggregante in cui i ragazzi si identificano, si confrontano e crescono.
I Corsi di Counselling del Centro Caraxe sono riconosciuti dal C.N.C.P. Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti


Corso di Counselling Socio-Educativo
ad Orientamento Sistemico-Relazionale

Con quali risultati?
Il corso intende proporsi come un percorso specialistico – tra teoria ed operatività - per professionisti delle realtà socio educative e di chi intende operare nel settore per la costruzione di relazioni generative di cambiamento.
I partecipanti acquisiranno conoscenze e competenze in materia di counselling, comunicazione, relazione educativa, progettazione di interventi educativi, metodologie per contesti e gruppi marginali, costruzione di reti.
La riduzione della dispersione scolastica e la prevenzione dei fenomeni di aggressione e bullismo sono solo alcuni degli interventi nei quali il counsellor sistemico adeguatamente formato può fornire un valido contributo.
L’operatore sociale specializzato in counselling socio-educativo è in grado di muoversi con maggiore consapevolezza nella relazione d’aiuto promuovendo l’autonomia dell’utenza, valorizzandone risorse e potenzialità, attivando e promuovendo reti e interventi educativi finalizzati alla co-costruzione di contesti relazionali e sociali funzionali all’autonomia e all’integrazione sociale degli individui.

Chi può partecipare?
Professionisti e studenti delle professioni socio-educative ed in particolare insegnanti, educatori, assistenti sociali, dirigenti ed operatori del terzo settore; laureati e laureandi orientati a inserirsi nel sociale.
Il corso prevede un numero massimo di 15 partecipanti e le iscrizioni vengono accolte sulla base di un colloquio preliminare per valutare il background e le motivazioni degli interessati.

La formazione com’è strutturata?
Il master è biennale e prevede 400 ore totali comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, seminari, lavoro individuale e 50 ore di stage.
La metodologia di insegnamento è teorico-esperenziale ovvero basata sul principio dell’apprendere attraverso l’osservazione e la pratica.

Qual è il programma del corso?
La struttura didattica prevede tre aree di apprendimento:

  • Area Counselling e Comunicazione: Il campo d’azione del counselling: aspetti giuridici, etici e deontologici; fondamenti di psicologia relazionale; teoria generale dei sistemi umani; comunicazione; psicologia dello sviluppo; il colloquio e gli strumenti sistemico-relazionali; il counselling nei contesti scolastico e socio-educativo; l’art-counselling etc.
  • Area Pedagogico-educativa: La relazione educativa; l’orientamento scolastico e professionale; la progettazione educativa; la gestione dei compiti di sviluppo; la gestione di situazioni di crisi; la cura del processo educativo etc.
  • Area Progettazione e Stage: Progettazione di interventi socio-educativi e di counselling; stage nell’ambito di progetti socio-educativi e di counselling presso Caraxe, Associazione Obiettivo Napoli ONLUS, altre strutture convenzionate.

Cosa si ottiene alla fine del percorso?
I partecipanti, previo superamento di un esame, conseguono il Titolo di “Counsellor” riconosciuto dal C.N.C.P. Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti.

Corso di Counselling Interculturale
per la sostenibilità sociale

Con quali risultati?
Il corso intende proporsi come un percorso specialistico – tra teoria ed operatività - per studenti e professionisti di enti pubblici e privati e di chi intende operare nel settore. I partecipanti acquisiranno conoscenze e competenze in materia di counselling, intercultura, cooperazione e networking, progettazione, mediazione.
Il counsellor sistemico così specializzato è in grado di promuovere processi di partecipazione e sostenibilità sociale, di porsi come facilitatore e mediatore nei conflitti. Egli si muove con consapevolezza e cognizione nella dimensione multiculturale e complessa della società odierna lavorando in équipe multidisciplinari e attivando reti.
Può operare nel privato e nel terzo settore in ambienti multiculturali attraverso lo sviluppo di partenariati, progetti, ricerche-azioni, interventi di consulenza di formazione.

Chi può partecipare?
Professionisti che intendono acquisire competenze relazionali e strumenti specifici per gestire i gruppi di lavoro, facilitare la comunicazione e la soluzione di conflitti, attivare e promuovere reti e interconnessioni tra enti, professionisti e progetti; laureati e laureandi che intendono avviarsi alla professione di counsellor e acquisire competenze da spendere nel mondo del lavoro.
Il corso prevede un numero massimo di 15 partecipanti e le iscrizioni vengono accolte sulla base di un colloquio preliminare per valutare il background e le motivazioni degli interessati.

La formazione com’è strutturata?
Il master è biennale e prevede 400 ore totali comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, seminari, lavoro individuale, e 50 ore di stage. La metodologia di insegnamento è teorico-esperenziale ovvero basata sul principio dell’apprendere attraverso l’osservazione e la pratica.

Qual è il programma del corso?
La struttura didattica prevede tre aree di apprendimento:

  • Area Counseling e Comunicazione: Il campo d’azione del counselling: aspetti giuridici, etici e deontologici; fondamenti di psicologia relazionale; teoria generale dei sistemi umani; comunicazione; psicologia dello sviluppo; il colloquio e gli strumenti sistemico-relazionali; il counselling nei contesti scolastico e socio-educativo; l’art- counselling etc.
  • Area Socio-giuridica ed Interculturale: Immigrazione e intercultura; strumenti e politiche di cooperazione e sviluppo; tecniche di ricerca e investigazione sociale; tecniche di progettazione e gestione di progetti; educazione sociale e sviluppo comunitario; politiche sociali e pratiche di intervento; prevenzione e risoluzione dei conflitti etc.
  • Area Progettazione e Stage: Progettazione di interventi interculturali e di counselling; stage nell’ambito di progetti interculturali e di counselling presso Caraxe, Associazione Obiettivo Napoli ONLUS, altre strutture convenzionate.

  • Cosa si ottiene alla fine del percorso?
    I partecipanti, previo superamento di un esame, conseguono il Titolo di “Counsellor” riconosciuto dal C.N.C.P. Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti.